ASSORAM ELITE 20 WDG

Fungicida a base di rame sottoforma di idrossido.Gruppo FRAC: M1 fungicida multisito con attività di contatto.

Caratteristiche

numero di registrazione: 17698 (15/10/2020)

classificazione CLP:
  • GHS05-A
  • GHS07-A
  • GHS09-A
  • PERICOLO

formulazione: GRANULI IDRODISPERSIBILI

Composizione
  • Rame - idrossido di rame 20% (= 0g/L)
Registrazioni
Accordion content goes here.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternaria (Alternaria alternata) (Alternaria alternata)
    Dose su ettaro:3,5 kg/Ha
    Dose su ettolitro:350 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattare alla dose indicata per interventi da post-raccolta fino alla pre-fioritura. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con a pompe volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Cancro batterico dell'Actinidia (Pseudomonas syringae var. actinidiae)
    Dose su ettaro:3,5 kg/Ha
    Dose su ettolitro:350 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattare alla dose indicata per interventi da post-raccolta fino alla pre-fioritura. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con a pompe volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Maculatura batterica (Pseudomonas viridiflava) (Pseudomonas viridiflava)
    Dose su ettaro:3,5 kg/Ha
    Dose su ettolitro:350 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattare alla dose indicata per interventi da post-raccolta fino alla pre-fioritura. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con a pompe volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettaro:3,5 kg/Ha
    Dose su ettolitro:95-350 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattare alla dose di 350 g/hl (3,5 kg/Ha) da post-raccolta fino alla pre-fioritura. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Distribuzione al colletto: 10-15 litri di sospensione alla dose di 95-175 g/hl (massimo 7 kg/ha). Una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume o gommosi del colletto (Phytophthora citrophthora - Ph. spp)
    Dose su ettaro:3,5 kg/Ha
    Dose su ettolitro:95-350 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattare alla dose di 350 g/hl (3,5 kg/Ha) da post-raccolta fino alla pre-fioritura. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Distribuzione al colletto: 10-15 litri di sospensione alla dose di 95-175 g/hl (massimo 7 kg/ha). Una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Necrosi delle gemme e dei fiori (Pseudomonas syringae pv. syringae)
    Dose su ettaro:3,5 kg/Ha
    Dose su ettolitro:350 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattare alla dose indicata per interventi da post-raccolta fino alla pre-fioritura. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con a pompe volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Peronospora della Cipolla (Peronospora schleideni) (Peronospora schleideni)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Peronospora della Cipolla (Peronospora schleideni) (Peronospora schleideni)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Corineo o vaiolatura (Coryneum beijerinckii, Stigmina carpophila, Wilsonomyces carpophilus)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume bruno delle nocciole (Monilia fructigena)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettolitro:40-85 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Distribuire al colletto delle piante 10-15 litri di soluzione alla dose indicata (massimo 3,4 kg/ha). Una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume o gommosi del colletto (Phytophthora citrophthora - Ph. spp)
    Dose su ettolitro:40-85 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Distribuire al colletto delle piante 10-15 litri di soluzione alla dose indicata (massimo 3,4 kg/ha). Una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Monilia (Monilinia e Monilia laxa e fructigena)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Moniliosi delle Drupacee (Monilinia laxa)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Nerume delle Drupacee (Cladosporium carpophilum, Venturia carpophila)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Cancro batterico delle Drupacee (Xanthomonas campestris p.v. pruni) (Xanthomonas campestris p.v. pruni)

    Intervallo di sicurezza: TB gg
  • Maculatura batterica del Susino (Xanthomonas pruni)

    Intervallo di sicurezza: TB gg
  • Necrosi delle gemme e dei fiori (Pseudomonas syringae pv. syringae)

    Intervallo di sicurezza: TB gg
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Fersa o seccume del Castagno (Mycosphaerella maculiformis)
    Dose su ettaro:2,5-2,8 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-280 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Antracnosi delle Cucurbitacee (Colletotrichum lagenarium, Colletotrichum orbiculare)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Maculatura angolare (Pseudomonas syringae pv. Lachrymans)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora delle Cucurbitacee (Pseudoperonospora cubensis)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cilindrosporiosi (Blumeriella japii, Cylindrosporium padi)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Corineo o vaiolatura (Coryneum beijerinckii, Stigmina carpophila, Wilsonomyces carpophilus)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume bruno delle nocciole (Monilia fructigena)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettolitro:40-85 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Distribuire al colletto delle piante 10-15 litri di soluzione alla dose indicata (massimo 3,4 kg/ha). Una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume o gommosi del colletto (Phytophthora citrophthora - Ph. spp)
    Dose su ettolitro:40-85 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Distribuire al colletto delle piante 10-15 litri di soluzione alla dose indicata (massimo 3,4 kg/ha). Una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Monilia (Monilinia e Monilia laxa e fructigena)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Moniliosi delle Drupacee (Monilinia laxa)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Nerume delle Drupacee (Cladosporium carpophilum, Venturia carpophila)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Scopazzi del Ciliegio (Taphrina cerasi)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Cancro batterico delle Drupacee (Xanthomonas campestris p.v. pruni) (Xanthomonas campestris p.v. pruni)

    Intervallo di sicurezza: TB gg
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Peronospora della Cipolla (Peronospora schleideni) (Peronospora schleideni)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Peronospora della Cipolla (Peronospora schleideni) (Peronospora schleideni)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi delle Cucurbitacee (Colletotrichum lagenarium, Colletotrichum orbiculare)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Maculatura angolare (Pseudomonas syringae pv. Lachrymans)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora delle Cucurbitacee (Pseudoperonospora cubensis)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Antracnosi delle Cucurbitacee (Colletotrichum lagenarium, Colletotrichum orbiculare)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Maculatura angolare (Pseudomonas syringae pv. Lachrymans)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora delle Cucurbitacee (Pseudoperonospora cubensis)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cancro dei rami (Sphaeropsis malorum) (Sphaeropsis malorum)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Cancro rugoso del Melo (Phomopsis mali)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Colpo di fuoco batterico (Erwinia amylovora)
    Dose su ettaro:0,72-3,15 kg/ha
    Dose su ettolitro:60-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Nei trattamenti autunnali- inizio primavera su cultivar non cuprosensibili trattare alla dosi di 60-70 g/hl (0,72-1,050 kg/ha), Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume bruno delle nocciole (Monilia fructigena)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:25-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Distribuire al colletto delle piante 10-15 litri di sospensione alla dose di 25-55 g/hl (massimo 3,45 kg/ha), una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume o gommosi del colletto (Phytophthora citrophthora - Ph. spp)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:25-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Distribuire al colletto delle piante 10-15 litri di sospensione alla dose di 25-55 g/hl (massimo 3,45 kg/ha), una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Monilia (Monilinia e Monilia laxa e fructigena)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Moniliosi delle Drupacee (Monilinia laxa)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Nectria (Nectria galligena, Cylindrocarpon mali)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Nectria o Cancro delle Pomacee (Nectria galligena, Neonectria ditissima, Cylindrocarponmali, Cylindrocarpon heteronemum)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Ticchiolatura del Melo (Venturia inaequalis, Fusicladium dendriticum, Fusicladium eriobotryae, Fusicladium pyracanthae, Cladosporium dendriticum, Endostigme inaequalis, Fusicladium pomi, Spilosticta inaequalis)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi del Fagiolo (Colletotrichum lindemuthianum)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora del Fagiolo (Phytophthora phaseoli)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Maculatura ad alone (Pseudomonas phaseolicola)

    Intervallo di sicurezza: 3 gg
  • Maculatura comune (Xanthomonas phaseoli)

    Intervallo di sicurezza: 3 gg
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Antracnosi del Fagiolo (Colletotrichum lindemuthianum)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora del Fagiolo (Phytophthora phaseoli)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Maculatura ad alone (Pseudomonas phaseolicola)

    Intervallo di sicurezza: 3 gg
  • Maculatura comune (Xanthomonas phaseoli)

    Intervallo di sicurezza: 3 gg
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi del Fagiolo (Colletotrichum lindemuthianum)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora del Fagiolo (Phytophthora phaseoli)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Maculatura ad alone (Pseudomonas phaseolicola)

    Intervallo di sicurezza: 3 gg
  • Maculatura comune (Xanthomonas phaseoli)

    Intervallo di sicurezza: 3 gg
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Antracnosi del Fagiolo (Colletotrichum lindemuthianum)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora del Fagiolo (Phytophthora phaseoli)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Maculatura ad alone (Pseudomonas phaseolicola)

    Intervallo di sicurezza: 3 gg
  • Maculatura comune (Xanthomonas phaseoli)

    Intervallo di sicurezza: 3 gg
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi della Fava (Ascochyta fabae)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Antracnosi della Fava (Ascochyta fabae)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternariosi del Garofano (Alternaria dianthi, Alternaria dianthicola)
    Dose su ettaro:1,14-2,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-230 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora della Rosa (Peronospora sparsa)
    Dose su ettaro:1,14-2,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-230 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Ticchiolatura della Rosa (Diplocarpon rosae, Marssonina rosae)
    Dose su ettaro:1,14-2,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-230 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Batteriosi (Batteriosi)

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg
  • Fumaggini (Fumaggini)

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternariosi del Garofano (Alternaria dianthi, Alternaria dianthicola)
    Dose su ettaro:1,14-2,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-230 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora della Rosa (Peronospora sparsa)
    Dose su ettaro:1,14-2,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-230 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Ticchiolatura della Rosa (Diplocarpon rosae, Marssonina rosae)
    Dose su ettaro:1,14-2,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-230 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Batteriosi (Batteriosi)

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg
  • Fumaggini (Fumaggini)

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cancro del Cipresso (Coryneum cardinale)
    Dose su ettaro:1,92-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:240-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su cipresso. Trattamenti preventivi al fusto e chioma da effettuarsi in primavera e autunno alle dosi indicate. Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Batteriosi (Batteriosi)

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg
  • Fumaggini (Fumaggini)

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Septoriosi del Rovo (Mycosphaerella rubi, Septoria rubi)
    Dose su ettaro:2-2,6 kg/Ha
    Dose su ettolitro:250-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali e inizio ripresa vegetativa alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Septoriosi del Rovo (Mycosphaerella rubi, Septoria rubi)
    Dose su ettaro:2-2,6 kg/Ha
    Dose su ettolitro:250-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali e inizio ripresa vegetativa alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Fersa o seccume del Castagno (Mycosphaerella maculiformis)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Mal dello stacco (Cytospora corylicola)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Batteriosi del Nocciolo (Xanthomonas corylina)

    Intervallo di sicurezza: TB gg
  • Mal secco del Noce (Xanthomonas jungladis)

    Intervallo di sicurezza: TB gg
  • Moria del Nocciolo (Pseudomonas syringae pv. avellanae)

    Intervallo di sicurezza: TB gg
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Vaiolatura dei frutti della Melanzana (Colletotrichum coccodes)
    Dose su ettaro:1,9-2,5 Kg/Ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare al massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Vaiolatura dei frutti della Melanzana (Colletotrichum coccodes)
    Dose su ettaro:1,9-2,5 Kg/Ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare al massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cancro dei rami (Sphaeropsis malorum) (Sphaeropsis malorum)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Cancro rugoso del Melo (Phomopsis mali)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Colpo di fuoco batterico (Erwinia amylovora)
    Dose su ettaro:0,72-3,15 kg/ha
    Dose su ettolitro:60-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Nei trattamenti autunnali- inizio primavera su cultivar non cuprosensibili trattare alla dosi di 60-70 g/hl (0,72-1,050 kg/ha), Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume bruno delle nocciole (Monilia fructigena)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:25-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Distribuire al colletto delle piante 10-15 litri di sospensione alla dose di 25-55 g/hl (massimo 3,45 kg/ha), una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume o gommosi del colletto (Phytophthora citrophthora - Ph. spp)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:25-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Distribuire al colletto delle piante 10-15 litri di sospensione alla dose di 25-55 g/hl (massimo 3,45 kg/ha), una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Monilia (Monilinia e Monilia laxa e fructigena)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Moniliosi delle Drupacee (Monilinia laxa)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Nectria (Nectria galligena, Cylindrocarpon mali)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Nectria o Cancro delle Pomacee (Nectria galligena, Neonectria ditissima, Cylindrocarponmali, Cylindrocarpon heteronemum)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Ticchiolatura del Melo (Venturia inaequalis, Fusicladium dendriticum, Fusicladium eriobotryae, Fusicladium pyracanthae, Cladosporium dendriticum, Endostigme inaequalis, Fusicladium pomi, Spilosticta inaequalis)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi delle Cucurbitacee (Colletotrichum lagenarium, Colletotrichum orbiculare)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Maculatura angolare (Pseudomonas syringae pv. Lachrymans)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora delle Cucurbitacee (Pseudoperonospora cubensis)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Antracnosi delle Cucurbitacee (Colletotrichum lagenarium, Colletotrichum orbiculare)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Maculatura angolare (Pseudomonas syringae pv. Lachrymans)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora delle Cucurbitacee (Pseudoperonospora cubensis)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Septoriosi del Rovo (Mycosphaerella rubi, Septoria rubi)
    Dose su ettaro:2-2,6 kg/Ha
    Dose su ettolitro:250-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali e inizio ripresa vegetativa alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Septoriosi del Rovo (Mycosphaerella rubi, Septoria rubi)
    Dose su ettaro:2-2,6 kg/Ha
    Dose su ettolitro:250-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali e inizio ripresa vegetativa alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Septoriosi del Rovo (Mycosphaerella rubi, Septoria rubi)
    Dose su ettaro:2-2,6 kg/Ha
    Dose su ettolitro:250-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali e inizio ripresa vegetativa alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Septoriosi del Rovo (Mycosphaerella rubi, Septoria rubi)
    Dose su ettaro:2-2,6 kg/Ha
    Dose su ettolitro:250-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali e inizio ripresa vegetativa alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Septoriosi del Rovo (Mycosphaerella rubi, Septoria rubi)
    Dose su ettaro:2-2,6 kg/Ha
    Dose su ettolitro:250-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali e inizio ripresa vegetativa alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Septoriosi del Rovo (Mycosphaerella rubi, Septoria rubi)
    Dose su ettaro:2-2,6 kg/Ha
    Dose su ettolitro:250-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali e inizio ripresa vegetativa alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Ticchiolatura del Nespolo del Giappone (Fusicladium eriobotryae)
    Dose su ettaro:2,2-3,36 kg/ha
    Dose su ettolitro:220-280 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose indicata. Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Mal dello stacco (Cytospora corylicola)
    Dose su ettaro:2,5-2,8 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-280 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Batteriosi del Nocciolo (Xanthomonas corylina)

    Intervallo di sicurezza: TB gg
  • Moria del Nocciolo (Pseudomonas syringae pv. avellanae)

    Intervallo di sicurezza: TB gg
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Mal secco del Noce (Xanthomonas jungladis)
    Dose su ettaro:2,5-2,8 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-280 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Su questa avversità il prodotto ha un'azione collaterale.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cicloconio o occhio di pavone (Venturia oleagina, Spilocaea oleaginea, Cycloconium oleaginum)
    Dose su ettaro:2,3-3,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:230-330 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare trattamenti preventivi nei periodi più favorevoli alla malattia alla dose indicata. Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Fumaggine dell'Olivo (Capnodium elaeophilum ed altri)
    Dose su ettaro:2,3-3,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:230-330 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare trattamenti preventivi nei periodi più favorevoli alla malattia alla dose indicata. Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Rogna dell'Olivo (Pseudomonas syringae subsp. Savastanoi) (Pseudomonas syringae subsp. savastanoi)
    Dose su ettaro:2,3-3,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:230-330 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare trattamenti preventivi nei periodi più favorevoli alla malattia alla dose indicata. Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternariosi del Garofano (Alternaria dianthi, Alternaria dianthicola)
    Dose su ettaro:1,14-2,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-230 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Fumaggini (Fumaggini)
    Dose su ettaro:1,14-2,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-230 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg
  • Peronospora della Rosa (Peronospora sparsa)
    Dose su ettaro:1,14-2,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-230 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Ticchiolatura della Rosa (Diplocarpon rosae, Marssonina rosae)
    Dose su ettaro:1,14-2,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-230 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Batteriosi (Batteriosi)

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternariosi del Garofano (Alternaria dianthi, Alternaria dianthicola)
    Dose su ettaro:1,14-2,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-230 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora della Rosa (Peronospora sparsa)
    Dose su ettaro:1,14-2,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-230 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Ticchiolatura della Rosa (Diplocarpon rosae, Marssonina rosae)
    Dose su ettaro:1,14-2,3 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-230 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Batteriosi (Batteriosi)

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg
  • Fumaggini (Fumaggini)

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternariosi delle Solanacee (Alternaria porri f. sp. solani)
    Dose su ettaro:2,2-2,6 Kg/Ha
    Dose su ettolitro:220-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora della Patata e del Pomodoro (Phytophthora infestans)
    Dose su ettaro:2,2-2,6 Kg/Ha
    Dose su ettolitro:220-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Avvizzimento batterico del Pomodoro (Ralstonia (Pseudomonas) solanacearum)

    Intervallo di sicurezza: 14 gg
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 14 gg
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 14 gg
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternariosi delle Solanacee (Alternaria porri f. sp. solani)
    Dose su ettaro:2,2-2,6 Kg/Ha
    Dose su ettolitro:220-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora della Patata e del Pomodoro (Phytophthora infestans)
    Dose su ettaro:2,2-2,6 Kg/Ha
    Dose su ettolitro:220-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Avvizzimento batterico del Pomodoro (Ralstonia (Pseudomonas) solanacearum)

    Intervallo di sicurezza: 14 gg
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 14 gg
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Su questa avversità il prodotto ha un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cancro dei rami (Sphaeropsis malorum) (Sphaeropsis malorum)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Cancro rugoso del Melo (Phomopsis mali)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Colpo di fuoco batterico (Erwinia amylovora)
    Dose su ettaro:0,72-3,15 kg/ha
    Dose su ettolitro:60-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Nei trattamenti autunnali- inizio primavera su cultivar non cuprosensibili trattare alla dosi di 60-70 g/hl (0,72-1,050 kg/ha), Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume bruno delle nocciole (Monilia fructigena)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:25-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Distribuire al colletto delle piante 10-15 litri di sospensione alla dose di 25-55 g/hl (massimo 3,45 kg/ha), una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume o gommosi del colletto (Phytophthora citrophthora - Ph. spp)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:25-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Distribuire al colletto delle piante 10-15 litri di sospensione alla dose di 25-55 g/hl (massimo 3,45 kg/ha), una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Monilia (Monilinia e Monilia laxa e fructigena)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Moniliosi delle Drupacee (Monilinia laxa)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Nectria (Nectria galligena, Cylindrocarpon mali)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Nectria o Cancro delle Pomacee (Nectria galligena, Neonectria ditissima, Cylindrocarponmali, Cylindrocarpon heteronemum)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Ticchiolatura del Pero (Venturia pyrina, Fusicladium pyrorum, Fusicladium virescens, Endostigme pyrina, Venturia pirina, Venturia pyrina f. sp. pyri)
    Dose su ettaro:2,04-2,7 kg/ha
    Dose su ettolitro:170-210 g/hl

    Intervallo di sicurezza: IF gg Note: Per trattamenti autunno-invernali trattare alla dose di 200-210 g/hl (2,4-3,150 kg/ha). Massimo 3 applicazioni per ciclo colturale. Trattamenti alla ripresa vegetativa (ingrossamento gemme, punte verdi, mazzetti chiusi) alla dose di 170-180 g/hl (2,040-2,7 kg/ha). Sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bolla del Pesco (Taphrina deformans, Exoascus deformans)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Corineo o vaiolatura (Coryneum beijerinckii, Stigmina carpophila, Wilsonomyces carpophilus)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume bruno delle nocciole (Monilia fructigena)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettolitro:40-85 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Distribuire al colletto delle piante 10-15 litri di soluzione alla dose indicata (massimo 3,4 kg/ha). Una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume o gommosi del colletto (Phytophthora citrophthora - Ph. spp)
    Dose su ettolitro:40-85 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Distribuire al colletto delle piante 10-15 litri di soluzione alla dose indicata (massimo 3,4 kg/ha). Una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Monilia (Monilinia e Monilia laxa e fructigena)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Moniliosi delle Drupacee (Monilinia laxa)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Nerume delle Drupacee (Cladosporium carpophilum, Venturia carpophila)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Cancro batterico da pseudomonas (Pseudomonas syringae)

    Intervallo di sicurezza: TB gg
  • Cancro batterico delle Drupacee (Xanthomonas campestris p.v. pruni) (Xanthomonas campestris p.v. pruni)

    Intervallo di sicurezza: TB gg
  • Maculatura batterica del Susino (Xanthomonas pruni)

    Intervallo di sicurezza: TB gg
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi del Pisello (Ascochyta pisi, Ascochyta pinodes)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Maculatura batterica del Pisello (Pseudomonas syringae pv. pisi)

    Intervallo di sicurezza: 3 gg
  • Peronospora del Pisello (Peronospora pisi)

    Intervallo di sicurezza: 3 gg
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Antracnosi del Pisello (Ascochyta pisi, Ascochyta pinodes)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Maculatura batterica del Pisello (Pseudomonas syringae pv. pisi)

    Intervallo di sicurezza: 3 gg
  • Peronospora del Pisello (Peronospora pisi)

    Intervallo di sicurezza: 3 gg
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Maculatura batterica (Xanthomonas campestris (=vesicatoria) pv. vesicatoria) (Xanthomonas campestris pv. vesicatoria, Xanthomonas vesicatoria pv. vesicatoria)
    Dose su ettaro:2,45-2,8 kg/ha
    Dose su ettolitro:245-280 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Rispettare un intervallo di sicurezza di 3 giorni per pomodoro da mensa e 10 giorni per quello da industria. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume zonato (Phytophthora nicotianae v. parasitica)
    Dose su ettaro:2,45-2,8 kg/ha
    Dose su ettolitro:245-280 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Rispettare un intervallo di sicurezza di 3 giorni per pomodoro da mensa e 10 giorni per quello da industria. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora della Patata e del Pomodoro (Phytophthora infestans)
    Dose su ettaro:2,45-2,8 kg/ha
    Dose su ettolitro:245-280 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Rispettare un intervallo di sicurezza di 3 giorni per pomodoro da mensa e 10 giorni per quello da industria. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Picchiettatura batterica (Pseudomonas syringae pv. tomato)
    Dose su ettaro:2,45-2,8 kg/ha
    Dose su ettolitro:245-280 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Rispettare un intervallo di sicurezza di 3 giorni per pomodoro da mensa e 10 giorni per quello da industria. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Maculatura batterica (Xanthomonas campestris (=vesicatoria) pv. vesicatoria) (Xanthomonas campestris pv. vesicatoria, Xanthomonas vesicatoria pv. vesicatoria)
    Dose su ettaro:2,45-2,8 kg/ha
    Dose su ettolitro:245-280 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Rispettare un intervallo di sicurezza di 3 giorni per pomodoro da mensa e 10 giorni per quello da industria. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume zonato (Phytophthora nicotianae v. parasitica)
    Dose su ettaro:2,45-2,8 kg/ha
    Dose su ettolitro:245-280 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Rispettare un intervallo di sicurezza di 3 giorni per pomodoro da mensa e 10 giorni per quello da industria. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora della Patata e del Pomodoro (Phytophthora infestans)
    Dose su ettaro:2,45-2,8 kg/ha
    Dose su ettolitro:245-280 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Rispettare un intervallo di sicurezza di 3 giorni per pomodoro da mensa e 10 giorni per quello da industria. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Picchiettatura batterica (Pseudomonas syringae pv. tomato)
    Dose su ettaro:2,45-2,8 kg/ha
    Dose su ettolitro:245-280 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Rispettare un intervallo di sicurezza di 3 giorni per pomodoro da mensa e 10 giorni per quello da industria. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Septoriosi del Rovo (Mycosphaerella rubi, Septoria rubi)
    Dose su ettaro:2-2,6 kg/Ha
    Dose su ettolitro:250-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali e inizio ripresa vegetativa alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Septoriosi del Rovo (Mycosphaerella rubi, Septoria rubi)
    Dose su ettaro:2-2,6 kg/Ha
    Dose su ettolitro:250-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali e inizio ripresa vegetativa alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Septoriosi del Rovo (Mycosphaerella rubi, Septoria rubi)
    Dose su ettaro:2-2,6 kg/Ha
    Dose su ettolitro:250-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali e inizio ripresa vegetativa alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Septoriosi del Rovo (Mycosphaerella rubi, Septoria rubi)
    Dose su ettaro:2-2,6 kg/Ha
    Dose su ettolitro:250-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali e inizio ripresa vegetativa alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Septoriosi del Rovo (Mycosphaerella rubi, Septoria rubi)
    Dose su ettaro:2-2,6 kg/Ha
    Dose su ettolitro:250-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali e inizio ripresa vegetativa alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Peronospora della Cipolla (Peronospora schleideni) (Peronospora schleideni)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Peronospora della Cipolla (Peronospora schleideni) (Peronospora schleideni)
    Dose su ettaro:1,14-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 5 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bozzacchioni del Susino (Taphrina pruni)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Corineo o vaiolatura (Coryneum beijerinckii, Stigmina carpophila, Wilsonomyces carpophilus)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume bruno delle nocciole (Monilia fructigena)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettolitro:40-85 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Distribuire al colletto delle piante 10-15 litri di soluzione alla dose indicata (massimo 3,4 kg/ha). Una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Marciume o gommosi del colletto (Phytophthora citrophthora - Ph. spp)
    Dose su ettolitro:40-85 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Distribuire al colletto delle piante 10-15 litri di soluzione alla dose indicata (massimo 3,4 kg/ha). Una sola applicazione per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.
  • Monilia (Monilinia e Monilia laxa e fructigena)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Moniliosi delle Drupacee (Monilinia laxa)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Nerume delle Drupacee (Cladosporium carpophilum, Venturia carpophila)
    Dose su ettaro:2,5-3,18 kg/ha
    Dose su ettolitro:250-265 g/hl

    Intervallo di sicurezza: TB gg Note: Effettuare solo trattamenti autunno-invernali alla dose indicata. Massimo 4 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Cancro batterico delle Drupacee (Xanthomonas campestris p.v. pruni) (Xanthomonas campestris p.v. pruni)

    Intervallo di sicurezza: TB gg
  • Maculatura batterica del Susino (Xanthomonas pruni)

    Intervallo di sicurezza: TB gg
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Dose su ettaro:2-2,5 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora o muffa blu del Tabacco (Peronospora tabacina)
    Dose su ettaro:2-2,5 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Trattamenti al verificarsi delle condizioni favorevoli alla malattia seguendo le dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Septoriosi del Rovo (Mycosphaerella rubi, Septoria rubi)
    Dose su ettaro:2-2,6 kg/Ha
    Dose su ettolitro:250-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali e inizio ripresa vegetativa alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Septoriosi del Rovo (Mycosphaerella rubi, Septoria rubi)
    Dose su ettaro:2-2,6 kg/Ha
    Dose su ettolitro:250-260 g/hl

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali e inizio ripresa vegetativa alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Peronospora della Vite (Plasmopara viticola)
    Dose su ettaro:2-2,8 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-280 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 21 gg Note: Effettuare trattamenti cadenzati a 7-8 giorni in funzione preventiva alle dosi indicate. Utilizzare la dose più elevata in caso di forte pressione della malattia e andamento stagionale molto piovoso. Massimo 6 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettarornAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Escoriosi (Phomopsis viticola)

    Intervallo di sicurezza: 21 gg
  • Marciume nero degli acini (Guignardia bidwellii)

    Intervallo di sicurezza: 21 gg
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Peronospora della Vite (Plasmopara viticola)
    Dose su ettaro:2-2,8 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-280 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 21 gg Note: Effettuare trattamenti cadenzati a 7-8 giorni in funzione preventiva alle dosi indicate. Utilizzare la dose più elevata in caso di forte pressione della malattia e andamento stagionale molto piovoso. Massimo 6 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettarornAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Escoriosi (Phomopsis viticola)

    Intervallo di sicurezza: 21 gg
  • Marciume nero degli acini (Guignardia bidwellii)

    Intervallo di sicurezza: 21 gg
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Peronospora della Vite (Plasmopara viticola)
    Dose su ettaro:2-2,8 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-280 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 21 gg Note: Effettuare trattamenti cadenzati a 7-8 giorni in funzione preventiva alle dosi indicate. Utilizzare la dose più elevata in caso di forte pressione della malattia e andamento stagionale molto piovoso. Massimo 6 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettarornAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Escoriosi (Phomopsis viticola)

    Intervallo di sicurezza: 21 gg
  • Marciume nero degli acini (Guignardia bidwellii)

    Intervallo di sicurezza: 21 gg
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi delle Cucurbitacee (Colletotrichum lagenarium, Colletotrichum orbiculare)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Maculatura angolare (Pseudomonas syringae pv. Lachrymans)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora delle Cucurbitacee (Pseudoperonospora cubensis)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Antracnosi delle Cucurbitacee (Colletotrichum lagenarium, Colletotrichum orbiculare)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Maculatura angolare (Pseudomonas syringae pv. Lachrymans)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora delle Cucurbitacee (Pseudoperonospora cubensis)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Antracnosi delle Cucurbitacee (Colletotrichum lagenarium, Colletotrichum orbiculare)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Maculatura angolare (Pseudomonas syringae pv. Lachrymans)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
  • Peronospora delle Cucurbitacee (Pseudoperonospora cubensis)
    Dose su ettaro:1,52-2,5 kg/ha
    Dose su ettolitro:190-250 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Iniziare gli interventi prima della comparsa della malattia e ripeterli secondo necessità alle dosi indicate. Massimo 2 applicazioni per ciclo colturale. Le dosi indicate si riferiscono a trattamenti effettuati con pompe a volume normale, nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni per mantenere costante la dose per ettaro.rnAl fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg/ha di rame nell'arco di 7 anni. SI raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg/ha di rame all'anno.
altri agrofarmaci
chiedi più informazioni

Scopri il catalogo 2023

Scarica il catalogo

credits - Moga Studio

starchevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram