CIMOTER RAME WG

Fungicida ad azione antiperonosporica per la difesa di vite ed ortaggi.

Caratteristiche

numero di registrazione: 16226 (30/03/2015)

classificazione CLP:
  • ATTENZIONE
  • GHS07-A
  • GHS08-A
  • GHS09-A

formulazione: GRANULI IDRODISPERSIBILI

Composizione
  • Cimoxanil 4.2% (= 0g/L)
  • Rame - ossicloruro di rame 39.75% (= 0g/L)
Registrazioni
Accordion content goes here.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternaria dell'Aglio (Alternaria allii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cipolla (Peronospora destructor)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Batteriosi dell'Aglio (Pseudomonas flavescens)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico (Pseudomonas fluorescens)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternaria (Alternaria alternata) (Alternaria alternata)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora delle Cucurbitacee (Pseudoperonospora cubensis)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Alternaria delle Cucurbitacee (Alternaria cucumerinum)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Maculatura angolare (Pseudomonas syringae pv. Lachrymans)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternaria (Alternaria alternata) (Alternaria alternata)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Alternaria delle Cucurbitacee (Alternaria cucumerinum)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora delle Cucurbitacee (Pseudoperonospora cubensis)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Maculatura angolare (Pseudomonas syringae pv. Lachrymans)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternaria dell'Aglio (Alternaria allii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cipolla (Peronospora destructor)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Batteriosi dell'Aglio (Pseudomonas flavescens)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico (Pseudomonas fluorescens)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternariosi delle Solanacee (Alternaria porri f. sp. solani)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Patata e del Pomodoro (Phytophthora infestans)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Septoria del Pomodoro (Septoria lycopersici)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Avvizzimento batterico del Pomodoro (Ralstonia (Pseudomonas) solanacearum)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Maculatura batterica (Xanthomonas campestris (=vesicatoria) pv. vesicatoria) (Xanthomonas campestris pv. vesicatoria, Xanthomonas vesicatoria pv. vesicatoria)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero (Xanthomonas campestris) (Xanthomonas campestris)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Midollo nero (Pseudomonas corrugata)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Picchiettatura batterica (Pseudomonas syringae pv. tomato)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternariosi delle Solanacee (Alternaria porri f. sp. solani)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Patata e del Pomodoro (Phytophthora infestans)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Septoria del Pomodoro (Septoria lycopersici)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Avvizzimento batterico del Pomodoro (Ralstonia (Pseudomonas) solanacearum)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Maculatura batterica (Xanthomonas campestris (=vesicatoria) pv. vesicatoria) (Xanthomonas campestris pv. vesicatoria, Xanthomonas vesicatoria pv. vesicatoria)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero (Xanthomonas campestris) (Xanthomonas campestris)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Midollo nero (Pseudomonas corrugata)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Picchiettatura batterica (Pseudomonas syringae pv. tomato)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternariosi delle Insalate (Alternaria porri cichorii)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora della Cineraria e della Lattuga (Bremia lactucae)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Marciume batterico della Cicoria (Pseudomonas cichorii)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume batterico della Lattuga (Xanthomonas campestris pv. vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume nero della Lattuga (Xanthomonas campestris vitians)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Peronospora della Vite (Plasmopara viticola)
    Dose su ettaro:2-3 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: I trattamenti possono essere effettuati a partire da quando la coltura ha raggiunto lo stadio vegetativo in cui inizia il pericolo di infezioni peronosporiche e proseguiti fintanto che permangono tali condizioni favorevoli. In condizioni normali i trattamenti possono essere effettuati ogni 8-10 giorni od in funzione delle piogge infettanti. In condizioni particolarmente critiche le cadenze di intervento possono essere accorciate. Stadio di applicazione: BBCH 69-PHI. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Escoriosi (Phomopsis viticola)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Muffa grigia e marciume fogliare (Botrytis cinerea)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Muffa grigia o botrite (Botrytis cinerea, Botryotinia fuckeliana - Sclerotinia fuckeliana)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Peronospora della Vite (Plasmopara viticola)
    Dose su ettaro:2-3 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: I trattamenti possono essere effettuati a partire da quando la coltura ha raggiunto lo stadio vegetativo in cui inizia il pericolo di infezioni peronosporiche e proseguiti fintanto che permangono tali condizioni favorevoli. In condizioni normali i trattamenti possono essere effettuati ogni 8-10 giorni od in funzione delle piogge infettanti. In condizioni particolarmente critiche le cadenze di intervento possono essere accorciate. Stadio di applicazione: BBCH 69-PHI. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Escoriosi (Phomopsis viticola)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Muffa grigia e marciume fogliare (Botrytis cinerea)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Muffa grigia o botrite (Botrytis cinerea, Botryotinia fuckeliana - Sclerotinia fuckeliana)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Peronospora della Vite (Plasmopara viticola)
    Dose su ettaro:2-3 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: I trattamenti possono essere effettuati a partire da quando la coltura ha raggiunto lo stadio vegetativo in cui inizia il pericolo di infezioni peronosporiche e proseguiti fintanto che permangono tali condizioni favorevoli. In condizioni normali i trattamenti possono essere effettuati ogni 8-10 giorni od in funzione delle piogge infettanti. In condizioni particolarmente critiche le cadenze di intervento possono essere accorciate. Stadio di applicazione: BBCH 69-PHI. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Escoriosi (Phomopsis viticola)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Muffa grigia e marciume fogliare (Botrytis cinerea)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Muffa grigia o botrite (Botrytis cinerea, Botryotinia fuckeliana - Sclerotinia fuckeliana)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternaria delle Cucurbitacee (Alternaria cucumerinum)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora delle Cucurbitacee (Pseudoperonospora cubensis)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Maculatura angolare (Pseudomonas syringae pv. Lachrymans)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Alternaria delle Cucurbitacee (Alternaria cucumerinum)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Peronospora delle Cucurbitacee (Pseudoperonospora cubensis)
    Dose su ettaro:1,8-2 kg/Ha
    Dose su ettolitro:200-300 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi ed i volumi indicati, iniziando i trattamenti al manifestarsi delle condizioni favorevoli alla malattia (piogge, bagnature) e ripeterli eventualmente ogni 6-10 giorni, in funzione delle condizioni climatiche e dell'accrescimento vegetativo della coltura per un totale di 7 applicazioni per anno alla dose maggiore. Le dosi sopra riportate si riferiscono generalmente a trattamenti a volume normale, in caso di volumi diversi non superare la dose massima per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l’esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agroclimatiche, non superare l’applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell’arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo medio applicato di 4 kg/ha all’anno.
  • Maculatura angolare (Pseudomonas syringae pv. Lachrymans)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle (Pectobacterium carotovorum subsp. carotovorum, Erwinia carotovora subsp. carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Marciume molle batterico delle Cactacee (Erwinia carotovora subsp carotovora)

    Intervallo di sicurezza: 10 gg Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
altri agrofarmaci
chiedi più informazioni

Scopri il catalogo 2023

Scarica il catalogo

credits - Moga Studio

starchevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram