FORZA

Insetticida in granuli idrosospensibili.

Caratteristiche

numero di registrazione: 13560 (07/02/2007)

classificazione CLP:
  • ATTENZIONE
  • GHS07-A
  • GHS09-A

formulazione: GRANULI IDRODISPERSIBILI

Composizione
  • Lambda-cialotrina 2.5%
Registrazioni
Accordion content goes here.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide della Patata (Macrosiphum euphorbiae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire alle dosi indicate su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide del Cotone (Aphis gossypii)
    Dose su ettaro:400-800 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide farinoso del Pesco (Hyalopterus amygdali)
    Dose su ettaro:400-800 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:400-800 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Anarsia (Anarsia lineatella)
    Dose su ettaro:1000-1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:100-120 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cidia o tignola orientale (Cydia molesta)
    Dose su ettaro:1000-1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:100-120 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Mosca mediterranea (Ceratitis capitata)
    Dose su ettaro:600-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cimici (Cimici)
    Dose su ettaro:580-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua peltigera (Heliothis peltigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide bruno (Toxoptera aurantii)
    Dose su ettaro:1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide del Cotone (Aphis gossypii)
    Dose su ettaro:1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde degli Agrumi (Aphis citricola)
    Dose su ettaro:1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide degli Agrumi (Dialeurodes citri)
    Dose su ettaro:600-1600 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Ceroplaste del Fico (Ceroplastes rusci)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Ceroplaste o Cocciniglia elmetto (Ceroplastes sinensis)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimicetta verde (Calocoris trivialis)
    Dose su ettaro:600-1600 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia a virgola (Mytilococcus beckii)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia a virgola dei Fruttiferi (Lepidosaphes ulmi)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia bassa degli Agrumi (Coccus hesperidum)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia bianca-rossa forte (Aonidiella aurantii)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia grigia (Parlatoria pergandii, Parlatoria pergandei, Parlatorea pergandei, Parlatoria sinensis)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia mezzo grano di pepe (Saissetia oleae)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia o pidocchio bianco del Limone (Aspidiotus nerii, Aspidiotus hederae)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia serpetta (Lepidosaphes gloverii, Insulaspis gloverii, Mytilococcus gloverii)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Mosca mediterranea (Ceratitis capitata)
    Dose su ettaro:600-1600 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide dei cereali o afide verde maggiore della Rosa (Metopolophium dirhodum)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide dei cereali o sitobio dell'Avena (Sitobion avenae)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero dei Cereali (Rhopalosiphum padi)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Criocera del Frumento (Oulema melanopus)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Crisomelide dei Cereali (Lema melanopus)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Crisomelide delle foglie del Grano (Lema cyanella)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Idrelia (Hydrellia griseola)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua dei Cereali (Euxoa tritici)
    Dose su ettaro:560-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua della Sterlitzia (Sesamia nonagrioides)
    Dose su ettaro:560-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue del Mais e del Sorgo (Sesamia cretica, Sesamia nonagrioides)
    Dose su ettaro:560-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripidi (Tripidi)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide nero (Aphis fabae)
    Dose su ettaro:420-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Spodoptera exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide nero (Aphis fabae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Altica (Chaetocnema tibialis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Altica dell’orzo (Phyllotreta vittula)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Altiche della Barbabietola (Longitarsus spp.)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cleono (Temnorhinus mendicus)
    Dose su ettaro:560-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cleono (Coenorrhinchus mendicus) (Coenorrhinchus mendicus)
    Dose su ettaro:560-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Lisso (Lixus junci)
    Dose su ettaro:560-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Spodoptera exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide bruno dell'Insalata (Uroleucon sonchi)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide della Lattuga (Acyrthosiphon lactucae)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide delle Insalate (Nasonovia ribisnigri, Myzus lactucae, Nasonovia ribicola)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide del Tabacco (Bemisia tabaci)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide delle serre (Trialeurodes vaporariorum)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Pieris brassicae)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimici (Cimici)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Dorifora (Leptinotarsa decemlineata, Chrysomela decemlineata, Doryphora decemlineata, Polygramma decemlineata)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Heliothis (=Helicoverpa) armigera)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Heliothris armigera)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piralide del Mais (Ostrinia nubilalis)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera (Spodoptera littoralis)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Spodoptera exigua)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide del Carciofo e del Cardo (Protaphis cynarae, Dysaphis cynarae, Uzbekaphis cynarae, Aphis cynarae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide del Cardo e del Carciofo (Brachycaudus cardui)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero (Aphis fabae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero solanella (Aphis fabae solanella, Aphis solanella)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue del Carciofo (Gortyna xanthenes, Gortyna flavago)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera (Spodoptera littoralis)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide della Carota (Semiaphis dauci)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Heliothis (=Helicoverpa) armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Heliothris armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide ceroso del Cavolo (Brevicoryne brassicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide del Cavolo (Aleyrodes proletella)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Pieris brassicae)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimice neroazzurra dei Cavoli o Pulce degli orti (Eurydema oleraceum, Strachia oleracea)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimice verde (Nezara viridula)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide ceroso del Cavolo (Brevicoryne brassicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide del Cavolo (Aleyrodes proletella)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Pieris brassicae)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimice neroazzurra dei Cavoli o Pulce degli orti (Eurydema oleraceum, Strachia oleracea)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimice verde (Nezara viridula)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide ceroso del Cavolo (Brevicoryne brassicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide del Cavolo (Aleyrodes proletella)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Pieris brassicae)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimice neroazzurra dei Cavoli o Pulce degli orti (Eurydema oleraceum, Strachia oleracea)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimice verde (Nezara viridula)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Dorifora (Leptinotarsa decemlineata, Chrysomela decemlineata, Doryphora decemlineata, Polygramma decemlineata)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piralide del Cavolo (Evergestis forficalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide ceroso del Cavolo (Brevicoryne brassicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide del Cavolo (Aleyrodes proletella)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Pieris brassicae)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimice neroazzurra dei Cavoli o Pulce degli orti (Eurydema oleraceum, Strachia oleracea)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimice verde (Nezara viridula)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide (Aphis nasturtii) (Aphis nasturtii)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide del Cotone (Aphis gossypii)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero (Aphis fabae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide del Tabacco (Bemisia tabaci)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide delle serre (Trialeurodes vaporariorum)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Heliothis (=Helicoverpa) armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Heliothris armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piralide defogliatrice (Phlyctaenia ferrugalis, Udea ferrugalis, Pionea ferrugalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Spodoptera exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide nero del Ciliegio (Myzus cerasi)
    Dose su ettaro:400-600 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide ceroso del Cavolo (Brevicoryne brassicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide del Cavolo (Aleyrodes proletella)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Pieris brassicae)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimice neroazzurra dei Cavoli o Pulce degli orti (Eurydema oleraceum, Strachia oleracea)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimice verde (Nezara viridula)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide della Cipolla (Myzus ascalonicus, Rhopalomyzus ascalonicus)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Spodoptera exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide bruno (Toxoptera aurantii)
    Dose su ettaro:1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide del Cotone (Aphis gossypii)
    Dose su ettaro:1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde degli Agrumi (Aphis citricola)
    Dose su ettaro:1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide degli Agrumi (Dialeurodes citri)
    Dose su ettaro:600-1600 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Ceroplaste del Fico (Ceroplastes rusci)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Ceroplaste o Cocciniglia elmetto (Ceroplastes sinensis)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimicetta verde (Calocoris trivialis)
    Dose su ettaro:600-1600 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia a virgola (Mytilococcus beckii)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia a virgola dei Fruttiferi (Lepidosaphes ulmi)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia bassa degli Agrumi (Coccus hesperidum)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia bianca-rossa forte (Aonidiella aurantii)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia grigia (Parlatoria pergandii, Parlatoria pergandei, Parlatorea pergandei, Parlatoria sinensis)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia mezzo grano di pepe (Saissetia oleae)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia o pidocchio bianco del Limone (Aspidiotus nerii, Aspidiotus hederae)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia serpetta (Lepidosaphes gloverii, Insulaspis gloverii, Mytilococcus gloverii)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Mosca mediterranea (Ceratitis capitata)
    Dose su ettaro:600-1600 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide (Aphis nasturtii) (Aphis nasturtii)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide del Cotone (Aphis gossypii)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero (Aphis fabae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide del Tabacco (Bemisia tabaci)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide delle serre (Trialeurodes vaporariorum)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Heliothis (=Helicoverpa) armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Heliothris armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piralide defogliatrice (Phlyctaenia ferrugalis, Udea ferrugalis, Pionea ferrugalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Spodoptera exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide delle serre (Heliothrips haemorrhoidalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide ceroso del Cavolo (Brevicoryne brassicae)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Altica (Chaetocnema tibialis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Altica d'inverno del Colza (Psylliodes chrysocephala)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Altica fasciata delle Crucifere (Phyllotreta nemorum)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Altica minore striata delle Crucifere (Phyllotreta undulata)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Altica nera delle Crucifere (Phyllotreta nigripes) (Phyllotreta nigripes)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cecidomia dei fiori della Medica (Contarinia medicaginis)
    Dose su ettaro:580-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimici (Cimici)
    Dose su ettaro:580-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Meligete (Brassicogethes aeneus, Meligethes aeneus, Nitidula aenea)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piccola altica delle Crucifere (Phyllotreta atra)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tentredine delle Crucifere (Athalia rosae)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Altica (Chaetocnema tibialis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cecidomia dei fiori della Medica (Contarinia medicaginis)
    Dose su ettaro:580-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimici (Cimici)
    Dose su ettaro:580-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Meligete (Brassicogethes aeneus, Meligethes aeneus, Nitidula aenea)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide bruno dell'Insalata (Uroleucon sonchi)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide della Lattuga (Acyrthosiphon lactucae)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide delle Insalate (Nasonovia ribisnigri, Myzus lactucae, Nasonovia ribicola)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide del Tabacco (Bemisia tabaci)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide delle serre (Trialeurodes vaporariorum)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Pieris brassicae)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimici (Cimici)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Dorifora (Leptinotarsa decemlineata, Chrysomela decemlineata, Doryphora decemlineata, Polygramma decemlineata)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Heliothis (=Helicoverpa) armigera)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Heliothris armigera)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piralide del Mais (Ostrinia nubilalis)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera (Spodoptera littoralis)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Spodoptera exigua)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide bruno dell'Insalata (Uroleucon sonchi)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide della Lattuga (Acyrthosiphon lactucae)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide delle Insalate (Nasonovia ribisnigri, Myzus lactucae, Nasonovia ribicola)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide del Tabacco (Bemisia tabaci)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide delle serre (Trialeurodes vaporariorum)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Pieris brassicae)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimici (Cimici)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Dorifora (Leptinotarsa decemlineata, Chrysomela decemlineata, Doryphora decemlineata, Polygramma decemlineata)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Heliothis (=Helicoverpa) armigera)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Heliothris armigera)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piralide del Mais (Ostrinia nubilalis)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera (Spodoptera littoralis)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Spodoptera exigua)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Apion (Apion pisi)
    Dose su ettaro:420-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Fitonomi dei medicai (Hypera variabilis, Hypera zoilus)
    Dose su ettaro:420-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Fitonomo dei medicai (Hypera postica, Hypera variabilis, Phytonomus variabilis, Phytonomus posticus;)
    Dose su ettaro:420-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Spodoptera exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide nero (Aphis fabae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Heliothis (=Helicoverpa) armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Heliothris armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piralide del Mais (Ostrinia nubilalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Fagiolo (Frankliniella intonsa)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide nero (Aphis fabae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pisello (Acyrthosiphon pisum)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Heliothis (=Helicoverpa) armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Heliothris armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piralide del Mais (Ostrinia nubilalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Fagiolo (Frankliniella intonsa)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide nero (Aphis fabae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Fagiolo (Frankliniella intonsa)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide galligeno del Biancospino (Dysaphis crataegi)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare su foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti ad intervallo minimo di 10 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide giallastro delle Ombrellifere (Cavariella aegopodii, Cavariella umbellatarum)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare su foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti ad intervallo minimo di 10 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero (Aphis fabae)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare su foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti ad intervallo minimo di 10 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verdastro della Lonicera e delle Ombrellifere (Hyadaphis foeniculi)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare su foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti ad intervallo minimo di 10 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afidi del Finocchio (Dysaphis foeniculus - Hyadaphis foeniculi)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare su foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti ad intervallo minimo di 10 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afidi del Sedano (Dysaphis apiifolia)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare su foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti ad intervallo minimo di 10 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodidi (Aleurodidi)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti ad intervallo minimo di 10 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Pieris brassicae)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti ad intervallo minimo di 10 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimici (Cimici)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti ad intervallo minimo di 10 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Dorifora (Leptinotarsa decemlineata, Chrysomela decemlineata, Doryphora decemlineata, Polygramma decemlineata)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti ad intervallo minimo di 10 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti ad intervallo minimo di 10 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piralide del Mais (Ostrinia nubilalis)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare su foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti ad intervallo minimo di 10 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera (Spodoptera littoralis)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti ad intervallo minimo di 10 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Spodoptera exigua)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti ad intervallo minimo di 10 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 2 trattamenti ad intervallo minimo di 10 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide del Cotone (Aphis gossypii)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide della Patata (Macrosiphum euphorbiae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde della Fragola (Chaetosiphon fragaefolii)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tortrice bruna della Fragola (Olethreutes lacunana)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide dei cereali o afide verde maggiore della Rosa (Metopolophium dirhodum)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide dei cereali o sitobio dell'Avena (Sitobion avenae)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero dei Cereali (Rhopalosiphum padi)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aplotripide del Frumento (Haplothrips tritici)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cecidomia aranciata del Frumento (Sitodiplosis mosellana)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cecidomia gialla del Frumento (Contarinia tritici)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Criocera del Frumento (Oulema melanopus)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Crisomelide dei Cereali (Lema melanopus)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Crisomelide delle foglie del Grano (Lema cyanella)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Idrelia (Hydrellia griseola)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua dei Cereali (Euxoa tritici)
    Dose su ettaro:560-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua della Sterlitzia (Sesamia nonagrioides)
    Dose su ettaro:560-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue del Mais e del Sorgo (Sesamia cretica, Sesamia nonagrioides)
    Dose su ettaro:560-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afidi (Afidi)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 70 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cecidomia dei fiori della Medica (Contarinia medicaginis)
    Dose su ettaro:580-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 70 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimici (Cimici)
    Dose su ettaro:580-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 70 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Meligete (Brassicogethes aeneus, Meligethes aeneus, Nitidula aenea)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 70 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 70 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 70 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 70 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 70 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 70 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide (Amphorophora rubi) (Amphorophora rubi)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Lampone (Aphis idaei)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afidi del Rovo (Aphis ruborum)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide bruno dell'Insalata (Uroleucon sonchi)
    Dose su ettaro:300 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide della Lattuga (Acyrthosiphon lactucae)
    Dose su ettaro:300 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide delle Insalate (Nasonovia ribisnigri, Myzus lactucae, Nasonovia ribicola)
    Dose su ettaro:300 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide giallastro della Lattuga (Hyperomyzus lactucae, Aphis lactucae)
    Dose su ettaro:300 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:300 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde dell'Insalata (Hyperomyzus lactuace)
    Dose su ettaro:300 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 12 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Piralide delle Leguminose (Etiella zinckenella)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 14 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide bruno (Toxoptera aurantii)
    Dose su ettaro:1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide del Cotone (Aphis gossypii)
    Dose su ettaro:1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde degli Agrumi (Aphis citricola)
    Dose su ettaro:1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide degli Agrumi (Dialeurodes citri)
    Dose su ettaro:600-1600 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Ceroplaste del Fico (Ceroplastes rusci)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Ceroplaste o Cocciniglia elmetto (Ceroplastes sinensis)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimicetta verde (Calocoris trivialis)
    Dose su ettaro:600-1600 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia a virgola (Mytilococcus beckii)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia a virgola dei Fruttiferi (Lepidosaphes ulmi)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia bassa degli Agrumi (Coccus hesperidum)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia bianca-rossa forte (Aonidiella aurantii)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia grigia (Parlatoria pergandii, Parlatoria pergandei, Parlatorea pergandei, Parlatoria sinensis)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia mezzo grano di pepe (Saissetia oleae)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia o pidocchio bianco del Limone (Aspidiotus nerii, Aspidiotus hederae)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia serpetta (Lepidosaphes gloverii, Insulaspis gloverii, Mytilococcus gloverii)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Mosca mediterranea (Ceratitis capitata)
    Dose su ettaro:600-1600 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afidi (Afidi)
    Dose su ettaro:420-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Spodoptera exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 30 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide dei cereali o afide verde maggiore della Rosa (Metopolophium dirhodum)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 8 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide dei cereali o sitobio dell'Avena (Sitobion avenae)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 8 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide del Mais (Schizaphis graminum)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 8 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero dei Cereali (Rhopalosiphum padi)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 8 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Agrotis (Agrotis segetum)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Bruco tagliatore (Agrotis ipsilon)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cecidomia gialla del Frumento (Contarinia tritici)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 8 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Criocera del Frumento (Oulema melanopus)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 8 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Crisomelide dei Cereali (Lema melanopus)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 8 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Crisomelide delle foglie del Grano (Lema cyanella)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 8 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Diabrotica (Diabrotica virgifera virgifera)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 8 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Idrelia (Hydrellia griseola)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 8 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua segmentata (Agrostis segetum)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue terricole (Scotia ipsilon - Scotia segetum)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piralide del Mais (Ostrinia nubilalis)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 8 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripidi (Tripidi)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 8 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide dei cereali o afide verde maggiore della Rosa (Metopolophium dirhodum)
    Dose su ettaro:420-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide dei cereali o sitobio dell'Avena (Sitobion avenae)
    Dose su ettaro:420-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide del Mais (Schizaphis graminum)
    Dose su ettaro:420-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero dei Cereali (Rhopalosiphum padi)
    Dose su ettaro:420-1200 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Diabrotica (Diabrotica virgifera virgifera)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 2 trattamenti. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Heliothis (=Helicoverpa) armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Heliothris armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera (Spodoptera littoralis)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Spodoptera exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide dei cereali o afide verde maggiore della Rosa (Metopolophium dirhodum)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide dei cereali o sitobio dell'Avena (Sitobion avenae)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide del Mais (Schizaphis graminum)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero dei Cereali (Rhopalosiphum padi)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Agrotis (Agrotis segetum)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Bruco tagliatore (Agrotis ipsilon)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cecidomia gialla del Frumento (Contarinia tritici)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Criocera del Frumento (Oulema melanopus)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Crisomelide dei Cereali (Lema melanopus)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Crisomelide delle foglie del Grano (Lema cyanella)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Diabrotica (Diabrotica virgifera virgifera)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Idrelia (Hydrellia griseola)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua segmentata (Agrostis segetum)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue terricole (Scotia ipsilon - Scotia segetum)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piralide del Mais (Ostrinia nubilalis)
    Dose su ettaro:560-1000 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripidi (Tripidi)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide bruno (Toxoptera aurantii)
    Dose su ettaro:1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide del Cotone (Aphis gossypii)
    Dose su ettaro:1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde degli Agrumi (Aphis citricola)
    Dose su ettaro:1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide degli Agrumi (Dialeurodes citri)
    Dose su ettaro:600-1600 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Ceroplaste del Fico (Ceroplastes rusci)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Ceroplaste o Cocciniglia elmetto (Ceroplastes sinensis)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cimicetta verde (Calocoris trivialis)
    Dose su ettaro:600-1600 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia a virgola (Mytilococcus beckii)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia a virgola dei Fruttiferi (Lepidosaphes ulmi)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia bassa degli Agrumi (Coccus hesperidum)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia bianca-rossa forte (Aonidiella aurantii)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia grigia (Parlatoria pergandii, Parlatoria pergandei, Parlatorea pergandei, Parlatoria sinensis)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia mezzo grano di pepe (Saissetia oleae)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia o pidocchio bianco del Limone (Aspidiotus nerii, Aspidiotus hederae)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia serpetta (Lepidosaphes gloverii, Insulaspis gloverii, Mytilococcus gloverii)
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamento contro le neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Mosca mediterranea (Ceratitis capitata)
    Dose su ettaro:600-1600 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Agrilo (Agrilus viridis)
    Dose su ettaro:800-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Maggiolino (Melolontha melolontha)
    Dose su ettaro:800-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare sulla vegetazione. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide del Cotone (Aphis gossypii)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide della Patata (Macrosiphum euphorbiae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide del Tabacco (Bemisia tabaci)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide delle serre (Trialeurodes vaporariorum)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Dorifora (Leptinotarsa decemlineata, Chrysomela decemlineata, Doryphora decemlineata, Polygramma decemlineata)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Heliothis (=Helicoverpa) armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Heliothris armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottuide (Chrysodeixis chalcites)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera (Spodoptera littoralis)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide grigio (Dysaphis plantaginea)
    Dose su ettaro:600-800 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-80 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide lanigero del melo (Eriosoma lanigerum)
    Dose su ettaro:600-800 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-80 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Melo (Aphis pomi)
    Dose su ettaro:600-800 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-80 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cacecia dei frutti (Archips podanus)
    Dose su ettaro:800-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Carpocapsa (Cydia pomonella)
    Dose su ettaro:600-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cemiostoma (Leucoptera malifoliella, Leucoptera scitella, Cemiostoma scitella)
    Dose su ettaro:600-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Eulia (Argyrotaenia pulchellana)
    Dose su ettaro:800-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Litocollete delle Pomacee e delle Drupacee (Phyllonorycter malellus, Lithocolletis malellus)
    Dose su ettaro:600-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare prima della comparsa delle mine ed in presenza di uova mature della prima generazione. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Litocollete inferiore (Phyllonorycter blancardella, Lithocolletis blancardella)
    Dose su ettaro:600-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare prima della comparsa delle mine ed in presenza di uova mature della prima generazione. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Pandemis (Pandemis cerasana)
    Dose su ettaro:800-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piralide del Mais (Ostrinia nubilalis)
    Dose su ettaro:800-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Ricamatrice delle mele (Grapholita molesta)
    Dose su ettaro:800-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide (Aphis nasturtii) (Aphis nasturtii)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide del Cotone (Aphis gossypii)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero (Aphis fabae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide del Tabacco (Bemisia tabaci)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide delle serre (Trialeurodes vaporariorum)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Heliothis (=Helicoverpa) armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Heliothris armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piralide defogliatrice (Phlyctaenia ferrugalis, Udea ferrugalis, Pionea ferrugalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Spodoptera exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide delle serre (Heliothrips haemorrhoidalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Agrilo (Agrilus viridis)
    Dose su ettaro:800-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Maggiolino (Melolontha melolontha)
    Dose su ettaro:800-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare sulla vegetazione. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide dei cereali o afide verde maggiore della Rosa (Metopolophium dirhodum)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide dei cereali o sitobio dell'Avena (Sitobion avenae)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero dei Cereali (Rhopalosiphum padi)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Criocera del Frumento (Oulema melanopus)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Crisomelide dei Cereali (Lema melanopus)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Crisomelide delle foglie del Grano (Lema cyanella)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Idrelia (Hydrellia griseola)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua dei Cereali (Euxoa tritici)
    Dose su ettaro:560-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua della Sterlitzia (Sesamia nonagrioides)
    Dose su ettaro:560-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue del Mais e del Sorgo (Sesamia cretica, Sesamia nonagrioides)
    Dose su ettaro:560-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripidi (Tripidi)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 40 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide (Aphis nasturtii) (Aphis nasturtii)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide (Aulacorthum solani) (Aulacorthum solani)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide del Cotone (Aphis gossypii)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide della Patata (Macrosiphum euphorbiae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero (Aphis fabae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Dorifora (Leptinotarsa decemlineata, Chrysomela decemlineata, Doryphora decemlineata, Polygramma decemlineata)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Heliothis (=Helicoverpa) armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Heliothris armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 15 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide del Cotone (Aphis gossypii)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide della Patata (Macrosiphum euphorbiae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide del Tabacco (Bemisia tabaci)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Aleurodide delle serre (Trialeurodes vaporariorum)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Dorifora (Leptinotarsa decemlineata, Chrysomela decemlineata, Doryphora decemlineata, Polygramma decemlineata)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Mamestra brassicae, Barathra brassicae, Hypobarathra unicolor, Noctua albidilinea, Phalaena omicron)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Mamestra brassicae - M. oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Autographa gamma)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Heliothis (=Helicoverpa) armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Heliothris armigera)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Lacanobia oleracea, Mamestra oleracea, Diataraxia oleracea, Polia oleracea)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Mamestra brassicae - Autographa gamma - Laphygma exigua)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottuide (Chrysodeixis chalcites)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piralide del Mais (Ostrinia nubilalis)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera (Spodoptera littoralis)
    Dose su ettaro:400-500 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Tabacco (Thrips tabaci)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide grigio del Pero (Dysaphis pyri)
    Dose su ettaro:600-800 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-80 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Melo (Aphis pomi)
    Dose su ettaro:600-800 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-80 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cacecia dei frutti (Archips podanus)
    Dose su ettaro:800-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Carpocapsa (Cydia pomonella)
    Dose su ettaro:600-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cemiostoma (Leucoptera malifoliella, Leucoptera scitella, Cemiostoma scitella)
    Dose su ettaro:600-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Eulia (Argyrotaenia pulchellana)
    Dose su ettaro:800-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Litocollete delle Pomacee e delle Drupacee (Phyllonorycter malellus, Lithocolletis malellus)
    Dose su ettaro:600-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare prima della comparsa delle mine ed in presenza di uova mature della prima generazione. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Litocollete inferiore (Phyllonorycter blancardella, Lithocolletis blancardella)
    Dose su ettaro:600-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare prima della comparsa delle mine ed in presenza di uova mature della prima generazione. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Orgia (Orgyia antiqua)
    Dose su ettaro:800-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Pandemis (Pandemis cerasana)
    Dose su ettaro:800-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Psilla (Psylla pyri)
    Dose su ettaro:800-1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-140 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Eseguire il primo intervento (adulti svernanti) alla dose di 80-100 g/hl (800-1000 g/ha) e il secondo intervento (prime neanidi della seconda generazione), normalmente in maggio, alla dose di 100-140 g/hl (1000-1200 g/ha). Utilizzare un intervallo di trattamenti minimo di 12 giorni. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Ricamatrice delle mele (Grapholita molesta)
    Dose su ettaro:800-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:80-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide bruno del Pesco (Brachycaudus schwartzi)
    Dose su ettaro:400-600 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide farinoso del Pesco (Hyalopterus amygdali)
    Dose su ettaro:400-600 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide farinoso delle Drupacee (Hyalopterus pruni)
    Dose su ettaro:400-600 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero del Pesco (Brachycaudus persicae)
    Dose su ettaro:400-600 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide sigaraio del Pesco (Myzus varians)
    Dose su ettaro:400-600 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Myzus persicae)
    Dose su ettaro:400-600 g/Ha
    Dose su ettolitro:40-60 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Intervenire su foglie non accartocciate. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Anarsia (Anarsia lineatella)
    Dose su ettaro:1000-1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:100-120 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cidia o tignola orientale (Cydia molesta)
    Dose su ettaro:1000-1200 g/Ha
    Dose su ettolitro:100-120 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia bianca del Gelso (Pseudaulacaspis pentagona)
    Dose su ettaro:1000-1600 g/Ha
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamenti estivi su neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia di S. Josè (Comstockapsis perniciosa, Aonidiella perniciosa, Quadraspidiotus perniciosus)
    Dose su ettaro:1000-1600 g/Ha
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamenti estivi su neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cocciniglia di San Josè (Quadraspidiotus perniciosus)
    Dose su ettaro:1000-1600 g/Ha
    Dose su ettolitro:100-160 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattamenti estivi su neanidi. Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Frankliniella (Frankliniella occidentalis)
    Dose su ettaro:600-800 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-80 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Mosca mediterranea (Ceratitis capitata)
    Dose su ettaro:600-1000 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-100 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide (Thrips major)
    Dose su ettaro:600-800 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-80 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide del Pesco (Taeniothrips meridionalis, Thrips meridionalis)
    Dose su ettaro:600-800 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-80 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tripide estivo del Pesco (Thrips fuscipennis)
    Dose su ettaro:600-800 g/Ha
    Dose su ettolitro:60-80 g/hl

    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Afide nero (Aphis fabae)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pisello (Acyrthosiphon pisum)
    Dose su ettaro:280-600 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Trattare foglie non accartocciate. Effettuare 2 trattamenti con un intervallo minimo di 7 giorni. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Pieris brassicae)
    Dose su ettaro:420-800 g/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg Note: Effettuare 1 trattamento. Il prodotto va impiegato contro le infestazioni parassitarie sin dai primi stadi di sviluppo, quando queste si palesano nell'ambito di un regolare monitoraggio. Il prodotto si disperde in acqua e si distribuisce con attrezzature a medio (200-700 l/ha) ed alto (700-1000 l/ha) volume. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegat