REMEDIER

Agrofarmaco biologico a base di Trichoderma asperellum e Trichoderma gamsii ad azione antagonistica per la prevenzione di diverse malattie fungine.

Caratteristiche

numero di registrazione: 13158 (07/03/2006)

classificazione CLP:
  • ATTENZIONE MCP

formulazione: POLVERE BAGNABILE

Composizione
  • Trichoderma gamsii ICC 080 2% (= 0g/L)
  • Trichoderma harzianum ICC 012 2% (= 0g/L)
Registrazioni
Accordion content goes here.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Muffa grigia o botrite (Botrytis cinerea, Botryotinia fuckeliana - Sclerotinia fuckeliana)
    Dose su ettaro:1 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Intervenire a partire dall’inizio fioritura fino alla pre-raccolta, distribuendo il prodotto alla dose indicata, irrorando sulla parte aerea della coltura. Ripetere il trattamento fino a 3 volte con intervallo di 10-15 giorni, seguendo i volumi d’acqua indicati. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Cancro delle Drupacee (Fusicoccum amygdali)
    Dose su ettaro:1 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Applicare il prodotto a partire dall’inizio fioritura fino a caduta foglie, distribuire irrorando il prodotto sulla parte aerea della coltura. Ripetere il trattamento fino a 4 volte, evitare di impiegare il prodotto con temperature massime inferiori ai 10°C. Si suggerisce di impiegare un volume d’acqua di trattamento compreso tra i valori indicati. Completare la difesa in strategia con altri fungicidi a diverso meccanismo d’azione. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Seccume dei rami (Cytospora leucostoma, Leucostoma persoonii, Valsa leucostoma, Valsa persoonii)
    Dose su ettaro:1 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Applicare il prodotto a partire dall’inizio fioritura fino a caduta foglie, distribuire irrorando il prodotto sulla parte aerea della coltura. Ripetere il trattamento fino a 4 volte, evitare di impiegare il prodotto con temperature massime inferiori ai 10°C. Si suggerisce di impiegare un volume d’acqua di trattamento compreso tra i valori indicati. Completare la difesa in strategia con altri fungicidi a diverso meccanismo d’azione. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Cancro delle Drupacee (Fusicoccum amygdali)
    Dose su ettaro:1 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Applicare il prodotto a partire dall’inizio fioritura fino a caduta foglie, distribuire irrorando il prodotto sulla parte aerea della coltura. Ripetere il trattamento fino a 4 volte, evitare di impiegare il prodotto con temperature massime inferiori ai 10°C. Si suggerisce di impiegare un volume d’acqua di trattamento compreso tra i valori indicati. Completare la difesa in strategia con altri fungicidi a diverso meccanismo d’azione. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Seccume dei rami (Cytospora leucostoma, Leucostoma persoonii, Valsa leucostoma, Valsa persoonii)
    Dose su ettaro:1 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Applicare il prodotto a partire dall’inizio fioritura fino a caduta foglie, distribuire irrorando il prodotto sulla parte aerea della coltura. Ripetere il trattamento fino a 4 volte, evitare di impiegare il prodotto con temperature massime inferiori ai 10°C. Si suggerisce di impiegare un volume d’acqua di trattamento compreso tra i valori indicati. Completare la difesa in strategia con altri fungicidi a diverso meccanismo d’azione. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume bruno del colletto (Phytophthora fragariae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume bruno del colletto (Phytophthora fragariae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume bruno del colletto (Phytophthora fragariae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume bruno del colletto (Phytophthora fragariae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto della Gloxinia (Phytophthora cryptogea)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto della Gloxinia (Phytophthora cryptogea)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto della Gloxinia (Phytophthora cryptogea)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto della Gloxinia (Phytophthora cryptogea)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Oppure effettuare un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Oppure effettuare un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 2,5 kg/ha alla semina o al trapianto. E' altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare in terreno precedentemente trattato con 250 gr di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo di acqua sufficiente ad una completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Maculatura bruna - Bruciatura estiva (Stemphilium vesicarium)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Applicare nel periodo compreso fra l’inizio della fioritura e la caduta dei petali trattando il cotico erboso alla dose indicata. Ripetere il trattamento quando si verificano le condizioni predisponenti le infezioni sulla pianta. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Cancro delle Drupacee (Fusicoccum amygdali)
    Dose su ettaro:1 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Applicare il prodotto a partire dall’inizio fioritura fino a caduta foglie, distribuire irrorando il prodotto sulla parte aerea della coltura. Ripetere il trattamento fino a 4 volte, evitare di impiegare il prodotto con temperature massime inferiori ai 10°C. Si suggerisce di impiegare un volume d’acqua di trattamento compreso tra i valori indicati. Completare la difesa in strategia con altri fungicidi a diverso meccanismo d’azione. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Seccume dei rami (Cytospora leucostoma, Leucostoma persoonii, Valsa leucostoma, Valsa persoonii)
    Dose su ettaro:1 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Applicare il prodotto a partire dall’inizio fioritura fino a caduta foglie, distribuire irrorando il prodotto sulla parte aerea della coltura. Ripetere il trattamento fino a 4 volte, evitare di impiegare il prodotto con temperature massime inferiori ai 10°C. Si suggerisce di impiegare un volume d’acqua di trattamento compreso tra i valori indicati. Completare la difesa in strategia con altri fungicidi a diverso meccanismo d’azione. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheopitiosi (Pythium tracheiphilum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume nero delle radici (Thielaviopsis basicola, Chalara elegans)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/Ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell'apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Cancro delle Drupacee (Fusicoccum amygdali)
    Dose su ettaro:1 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Applicare il prodotto a partire dall’inizio fioritura fino a caduta foglie, distribuire irrorando il prodotto sulla parte aerea della coltura. Ripetere il trattamento fino a 4 volte, evitare di impiegare il prodotto con temperature massime inferiori ai 10°C. Si suggerisce di impiegare un volume d’acqua di trattamento compreso tra i valori indicati. Completare la difesa in strategia con altri fungicidi a diverso meccanismo d’azione. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Seccume dei rami (Cytospora leucostoma, Leucostoma persoonii, Valsa leucostoma, Valsa persoonii)
    Dose su ettaro:1 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg Note: Applicare il prodotto a partire dall’inizio fioritura fino a caduta foglie, distribuire irrorando il prodotto sulla parte aerea della coltura. Ripetere il trattamento fino a 4 volte, evitare di impiegare il prodotto con temperature massime inferiori ai 10°C. Si suggerisce di impiegare un volume d’acqua di trattamento compreso tra i valori indicati. Completare la difesa in strategia con altri fungicidi a diverso meccanismo d’azione. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto in pre-trapianto localizzandolo preferibilmente nella buca di impianto, ripetendo l'applicazione al momento dell'impianto alla stessa dose. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto in pre-trapianto localizzandolo preferibilmente nella buca di impianto, ripetendo l'applicazione al momento dell'impianto alla stessa dose. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Armillaria o Marciume fibroso (Armillaria mellea, Armillariella mellea, Agaricus melleus, Rhizomorpha fragilis, Rhizomorpha subcorticalis)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto in pre-trapianto localizzandolo preferibilmente nella buca di impianto, ripetendo l'applicazione al momento dell'impianto alla stessa dose. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Tracheomicosi della Cineraria (Verticillium dahliae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Marciume basale della Yucca (Sclerotium rolfsii)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume dei semenzai (Pythium aphanidermatum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine (Pythium debarianum) (Pythium debarianum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Dose su ettaro:2,5 kg/Ha
    Altra dose:250 g/1000 mq

    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Distribuire 2,5 kg/Ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/Ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila. È altresì possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione con 10 grammi di prodotto ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con 250 g di prodotto ogni 1000 mq di superficie. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
Ambito impiego: in serra
Parassiti
  • Cancrena pedale (Phytophthora nicotianae)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciume pedale (Phytophthora capsici)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Marciumi da Sclerotinia (Sclerotinia sclerotiorum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Moria delle piantine delle Cucurbitacee (Pythium ultimum)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.
  • Rizottoniosi o marciume del colletto e delle radici (Rhizoctonia solani, Corticium fusiforme, Thanatephorus cucumeris)
    Altra dose:0,25 kg/mc di substrato
    Intervallo di sicurezza: non necessario gg Note: Su coltura in vivaio impiegare alla dose di 0,25 kg/mc di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto. Applicare il formulato quando la temperatura del terreno è di almeno 10°C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1%) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica. Il prodotto può essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.